24 September 2022
Curiosità Cultura Definizioni Estero Storia

La svastica: in Occidente simbolo del terrore nazista, in Oriente un profondo significato religioso

Avatar photo
  • Giugno 2, 2022
  • 3 min read
  • 39 Views
La svastica: in Occidente simbolo del terrore nazista, in Oriente un profondo significato religioso

La svastica, o dal sanscrito “swastika”, fin dal neolitico è stato un simbolo usato nelle religioni orientali con un significato divino e augurale (prosperità, benessere e successo). Ha anche altri significati tra cui quello di rappresentare un incrocio di quattro strade o l’incrociare le mani o le braccia sul petto. Il simbolo è molto usato principalmente in Cina e Mongolia, e in Giappone esso è usato per contrassegnare sulle mappe i templi sacri buddisti.

La svastica all’entrata di un luogo di culto, immagine di Vmenkov tramite Wikipedia.org condivisa con licenza CC BY-SA 3.0

Il significato nelle varie religioni

Il carattere della svastica è 卍 o 卐. In base alla religione si preferisce usare quella con le punte verso destra o quella con le punte verso sinistra e ha un significato totalmente diverso:

  • Nel Buddismo cinese significa infinito o tutte le cose che si manifestano nella coscienza di un buddha.
  • Nel buddismo zen rappresenta il sigillo della mente-cuore del Buddha e la coscienza iniziatica dell’eterno ritorno.
  • Anche nel cristianesimo, specialmente in quello antico, ebbe un ruolo importante. La svastica simboleggiava la croce del Cristo al centro del Cielo. Il simbolo venne usato fino la fine del Medioevo e tra il II e il IV sec. veniva rappresentata, incisa o disegnata nelle arti funerarie.
  • Nell’Islam viene rappresentata nei dipinti delle moschee rappresentando la pietra angolare o angolo degli angoli.
  • Nell’induismo, invece, rappresenta i quattro testi sacri Veda e le quattro facce del dio Brahmā.

Ti sta piacendo l’articolo? Allora leggi

Il 9 Novembre 1989 cade il Muro di Berlino, oggi li costruiamo …

La svastica come tutti noi la conosciamo

La svastica è diventata un simbolo famoso a causa dell’avvento del nazismo negli anni ’30, essendo posizionata centralmente nella bandiera del terzo Reich di Adolf Hitler. Tutto nasce da Heinrich Schliemann, l’esploratore tedesco conosciuto in tutto il mondo per aver scoperto la città di Troia affidandosi ai racconti omerici, il quale durante gli scavi ne trovò circa 2000 e a causa di questo ritrovamento i circoli nazisti la adottarono.

Bandiera nazista (immagine solamente a scopo illustrativo)

Nel 1996 l’UNESCO riconobbe la svastica un simbolo rappresentante l’emanazione della realtà divinamente ordinata dal Dio supremo e nel 2008 il Gran Rabbinato d’Israele (massimo esponente dell’ebraismo) affermò che la svastica usata nel nazismo fu un uso improprio. Ancora prima del Gran Rabbinato, uno studioso del Collège de sociologie di Parigi disse:

Tanto più che noi tutti provavamo disgusto per tutto ciò che poteva venire dall’hitlerismo. A scandalizzarci in questo movimento era, tra l’altro, l’accaparramento della croce uncinata (la svastica) che evoca l’idea di sacralizzazione.

Pierre Prévost (Giornalista francese)

image_pdfScarica PDFimage_printStampa
Avatar photo
About Author

Riccardo Falconi

Ciao, sono Riccardo Falconi e sono il creatore di Mysterius.it. Scrivo articoli e creo video tratti dagli articoli. I misteri, fatti storici e racconti mi incuriosiscono.Gestisco le pagine Instagram, YouTube e Facebook del sito.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments