24 September 2022
Attualità Curiosità Persone

Conta solo il Titolo? I lettori sono sempre meno attenti, leggono spesso solo il titolo trascurando la notizia

Avatar photo
  • Ottobre 29, 2021
  • 3 min read
  • 26 Views
Conta solo il Titolo? I lettori sono sempre meno attenti, leggono spesso solo il titolo trascurando la notizia

Negli ultimi anni è diventato comune l’uso clickbait, un esca, per catturare l’attenzione e portare alla lettura del proprio articolo.

L’Oxford Dictionary definisce Clickbait qualsiasi “Contenuto il cui scopo principale è attrarre l’attenzione e spingere i lettori a cliccare sul link di una determinata pagina web”. Giornali e siti d’informazione, così, sfruttano il clickbaiting per rendere appetibili i loro contenuti, di qualsiasi tipo essi siano, e rubare click ai competitor.

COME FUNZIONA IL CLICKBAIT?

Il clickbait gioca sull’emozione e su una sorta di “Pigrizia cerebrale” che renderebbe impossibile al lettore non interagire con ogni link in cui si imbatte. Non sempre si tratta di aprire il link, né di leggere tutto quello che il documento contiene: i link condivisi sui social senza mai essere aperti e la permanenza media su una pagina web mai superiore alle frazioni di minuti dimostrano, infatti, come nella maggior parte dei casi ci si lascia solo incuriosire dai titoli, anche se effettivamente non si è interessati fino in fondo ai contenuti.

IL clickbait pare essere più efficace soprattutto con parole che evidenziano un imminente pericolo  e un innato bisogno di affiliazione che porta a uniformarsi alla massa, condividendone e replicandone le azioni e i comportamenti.

Ultimamente affiancato al clickbait c’è l’uso strategico delle GIF per una titolazione accattivante volutamente forzata.

Esempio di clickbait

Funziona Veramente?

Uno studio olandese ha messo  a un campione di quasi duecento persone un pacchetto di contenuti di diverso tipo tratti da programmi d’informazione della TV locale: metà delle clip video era stata realizzata secondo le forme standard dei servizi e dei contenuti televisivi, l’altra metà aveva un formato detto tabloid che faceva uso di elementi curiosi e attraenti. Il risulato è che negli articolo in cui è stato utilizzato il Tabloid i consumatori hanno interagito per un periodo di tempo maggiore, leggendo completamente l’articolo.

Questione Etica del Clickbait

Sebbene in gioco non ci sia la credibilità della notizia di fondo spesso i titoli esca sono costruiti successivamente e indipendentemente dal resto del pezzo, specie nelle redazioni in cui esistono titolisti. Fare del clickbait è un’abitudine potrebbe avere effetti negativi sulla reputazione di una testata giornalistica, un problema più antico di quanto si possa pensare e, soprattutto, con conseguenze molto più concrete per le redazioni di quelle che si immaginano. Già la famosa sentenza decalogo sui doveri del giornalista individuava nel titolo un elemento chiave per assicurare ai lettori un’informazione corretta e imparziale. In quell’occasione fu ribadita la necessità di evitare un “tono sproporzionatamente scandalizzato e sdegnato specie nei titoli […] al solo scopo di indurre i lettori, specie i più superficiali, a lasciarsi suggestionare” e fu fornito persino un elenco di termini da cui titolisti e giornalisti avrebbero dovuto tenersi lontano.

Dagli Instant Articles di Facebook alla sezione Discover di Snapchat, passando per i bot dei giornali sulle piattaforme di messaggistica istantanea, le opportunità per chi voglia sperimentare contenuti giornalistici che siano più accattivanti, nelle forme e non solo, sono tante.

image_pdfScarica PDFimage_printStampa
Avatar photo
About Author

Gabriele Gavazzeni

Amministratore e autore per Mysterius.it. Programmatore HTML - C - C++ - C# - Python - PHP

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments